ricetta antispreco con le melle Lidl e MyFoody

Il tempo delle mele è senza scarti!

Il tempo delle mele è senza scarti! Gelatina con buccia e torsoli

La conoscete come il frutto proibito, ma l’unica cosa che andrebbe proibita è quella di gettare nell’umido le parti di scarto della mela: buccia e torsolo.

Quindi riformulando: le parti di scarto non esistono e abbiamo una ricetta a spreco zero da consigliarvi! Perché lo facciamo? Perché in Lidl abbiamo a cuore frutta e verdura: siamo sempre attenti alla qualità che, come già sapete, è stata scelta dalla Nazionale Italiana di Calcio e alla riduzione dello spreco alimentare, non solo nei supermercati ma anche in cucina con gli amici di Myfoody. Quindi se siete di ritorno dal vostro supermercato Lidl con una busta piena di mele procedete come avete sempre fatto evitando lo step del bidone dell’umido: mangiate le vostre mele e conservate buccia e torsoli!

É ora di passare agli ingredienti perché non vogliamo farvi addormentare: vi stiamo offrendo una mela ma non dovete immaginarci come la regina cattiva in Biancaneve… il nostro intento non è farvi cadere in un sonno profondo ma realizzare una gelatina di scarti di mele fatta in casa!

Ingredienti

  • 500 g di bucce di mele, semi e torsoli
  • 1 limone
  • zucchero in quantità pari al peso del succo ottenuto
  • un barattolo di vetro che già avete nella credenza

Procedimento

Riponete gli scarti di mela in una casseruola e ricopriteli con acqua fredda. Portate a bollore a fiamma lenta e a pentola coperta. Non si spreca neanche il gas! Lasciate sobbollire per una ventina di minuti e, quando le bucce saranno tenere, prendete un colino ed estraete il succo dagli scarti di frutta. Sarà necessario filtrare il succo una seconda volta ricavare il succo senza residui: per farlo utilizzare un panno di stoffa pulito! Ultimo passaggio: scaldate il succo e lasciatelo cuocere a fiamma lenta per altri 20 minuti, dovrete aspettare che il succo si riduca e che diventi sciropposo. Pesatelo e, qui arriva la dura prova per i non matematici, riponete il succo sul fuoco con una quantità di zucchero pari al composto ottenuto e lasciate cuocere per altri 5 minuti. Questo è il momento di aggiungere anche il succo di un limone.

Quando la vostra gelatina sarà pronta versatela in vasetti di vetro, coprite con un panno in tessuto e lasciate raffreddare prima di richiudere i vasetti.

È fatta, ora arriva il bello: godervi la vostra gelatina di mele a spreco zero!

Se siete in vena di dolcezza spalmatela su una fetta di pane e aggiungeteci un po’ di burro per una colazione e un break pomeridiano a gusto mela.

Se invece volete stupire gli ospiti, utilizzate la gelatina realizzata con scarti di mela come accompagnamento per gli arrosti di carne! Ne andranno pazzi, parola di Myfoody

Le mele non trattate potete mangiarle anche con la buccia!

picture

Fidatevi di frutta e verdura non trattate perché la buccia contiene proprietà benefiche per il vostro benessere.

Pronti per la lista? Noi vi avvisiamo è lunga!

  • A tutta fibra con la buccia! Non c’è bisogno di arbitri per decretare il vincitore: una mela mangiata con la buccia contiene 4,4 gr di fibra contro i 2,1 gr di una mela senza buccia. C’è da dire altro?
  • Alla ricerca di vitamine? Le troverete nella buccia! Vi diciamo solo che una mela con buccia contiene ben 8,4 milligrammi di Vitamina C.
  • Quercetina: non è una piccola quercia! La buccia delle mele contiene questa sostanza antiossidante benevola per i problemi respiratori e per la memoria.

In nostri nonni hanno sempre ragione: una mela al giorno toglie il medico di torno!

E se la mangiate con la buccia?! Bye bye medico e spreco di cibo!