ACT

Progetto ACT

LIDL SI IMPEGNA A FAVORE DI SALARI DI SUSSISTENZA PER I LAVORATORI DELL’INDUSTRIA TESSILE

Come grande azienda commerciale, Lidl fa produrre indumenti e prodotti tessili in tutto il mondo. Nei Paesi di produzione dell’industria tessile le condizioni di lavoro variano a seconda della legislazione e dello sviluppo socioeconomico del singolo Paese.

ADESIONE AL PROGETTO ACT

picture

Da novembre 2019 Lidl aderisce all’iniziativa internazionale «Action, Collaboration, Transformation» (ACT), in seno alla quale, insieme ad altre aziende, per impegnarsi con maggior forza a livello internazionale a favore di salari di sussistenza per i lavoratori dell'industria tessile. Al momento ACT è attiva in Cambogia e sono in corso trattative anche con altri Paesi produttori. In questo contesto vengono fissati volumi d’acquisto vincolanti nel tempo, che evitano che le aziende produttrici migrino in Paesi di produzione con costi del lavoro inferiori. 

L’adesione ad ACT è in linea con gli obiettivi del “Code of Conduct”, un codice di condotta che sancisce requisiti vincolanti in termini di standard sociali e ambientali per i partner contrattuali con cui Lidl collabora a livello internazionale. Lo scopo è quello di offrire ai clienti articoli prodotti in modo responsabile e rispettosi dell’ambiente. Con l’adesione ad ACT Lidl si impegna per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro nei Paesi produttori, tenendo fede al proprio obbligo di diligenza aziendale.

picture

«La partecipazione di aziende come Lidl è particolarmente importante, visto che Lidl ha elevati volumi d’acquisto e una grande influenza sui subfornitori in Asia. I soci ACT, migliorando le pratiche d’acquisto, si impegnano per far valere nell’industria tessile il diritto umano di avere un salario di sussistenza e mirano a sostenere i cambiamenti necessari di questo settore, trattandosi di cambiamenti da tempo attesi.»

Frank Hoffer, Executive Director Act

Cos'è ACT

picture

Cos'è ACT

ACT è la prima intesa mondiale che punta a contratti collettivi settoriali per il ramo tessile, dell’abbigliamento e delle calzature nei Paesi di produzione. L’iniziativa si impegna a favorire salari di sussistenza per i lavoratori del settore, riunendo tutti i soggetti rilevanti, compresi marchi globali, rivenditori, produttori e governi, che mettono a disposizione la propria competenza al fine di raggiungere l’obiettivo. Per garantire il sostentamento, un salario deve coprire il costo della vita del lavoratore/della lavoratrice e dei familiari più stretti, prevedere una disponibilità economica sufficiente ed essere maturato entro il normale orario di lavoro (senza ore straordinarie).

Qui sono disponibili maggiori informazioni su ACT.