Tra il 2014 e il 2020, nell’ambito della campagna Detox di Greenpeace, Lidl ha lavorato intensamente alla rimozione di sostanze potenzialmente nocive dalla produzione di articoli tessili e calzaturieri a marchio proprio. Infatti, nel dicembre 2014 Lidl è stato il primo player della Grande Distribuzione ad aderire alla campagna Detox.

L’obiettivo del Detox Committment era l’eliminazione completa dei gruppi chimici considerati pericolosi da Greenpeace dalla produzione di articoli tessili e calzaturieri a marchio proprio entro il 2020, o la loro sostituzione con sostanze sicure, migliorando in tal modo le condizioni produttive sociali e ambientali nell'industria tessile e calzaturiera.

Nel 2020 Lidl può affermare di essere stata in grado di evitare il più possibile l'utilizzo di sostanze chimiche dannose per l'ambiente nella sua produzione tessile, riducendo così l'eventuale impatto negativo sull'uomo e sull'ambiente.

Il seguente report spiega la strategia di Lidl, offre una panoramica dei traguardi raggiunti tra il 2015 e il 2020, e riassume le misure e i risultati ottenuti nel 2019. Il documento fornisce inoltre una panoramica degli obiettivi che Lidl continua a perseguire nell’ottica di una produzione tessile e calzaturiera sempre più sostenibile e rispettosa dell'ambiente.