Zucca e scarti che passione!

Zucca e scarti che passione!

Buccia e semi di zucca: 5 motivi per innamorarvi degli scarti!

Dolcetto o scherzetto? Cosa vi ricorda questa domanda? Sicuramente la zucca, regina degli ortaggi autunnali, e di Halloween! Oggi proveremo a dare una risposta a questa domanda in modo diverso con gli amici di Myfoody, il nostro partner per diminuire gli sprechi alimentari nei supermercati e a casa.

La polpa della zucca è dolce e buccia e semi? Sono dolcissimi non solo per il palato! Non è uno scherzetto, è tutto vero: le parti che molti considerano scarti possono trasformarsi in creme per il viso, recipienti e addirittura strumenti musicali!

Quindi perché buttare nel bidone dell’umido questo ortaggio autunnale? Un piccolo recap dei benefici della polpa di zucca prima di passare a quello delle sue parti di scarto: la zucca non fa ingrassare e migliora la circolazione del sangue. Inoltre, è un valido aiuto contro la ritenzione idrica e un ottimo rimedio contro ansia e insonnia. Con un curriculum del genere buccia e semi non possono essere da meno!

Vi sveliamo subito i 5 motivi per cui non dovete sprecare le parti di scarto della zucca!

Come riutilizzare la buccia di zucca

picture

1. Potete trasformare labuccia della zucca unita a qualche goccia di succo di limone in una maschera per il viso lenitiva e purificante. Come? È semplicissimo: prendete la fetta di una buccia di zucca lessata e schiacciatela con una forchetta. Aggiungete qualche goccia di limone, mescolate sino ad ottenere un composto con la consistenza di una crema e applicate sul viso. Lasciate in posa la vostra maschera per 10 minuti e avrete una pelle pura a costo zero! Unica regola? Utilizzare la buccia di una zucca non trattata! E non sarà difficile reperirne una: quelle che trovate da Lidl provengono da agricoltori “di fiducia” e certificati e la Nazionale di Calcio Italiana lo sa benissimo

2. Se vi avanza della polpa da una delle vostre creazioni in cucina, potete frullarla insieme alla buccia. Aggiungendo 4 cucchiai di crème fraiche riuscirete ad ottenere  un balsamo per capelli naturale e a spreco zero, da applicare dopo lo shampoo e risciacquare con acqua. 

3. Ma la buccia può trasformarsi in qualcosa di più, senza l’intervento di streghe e fantasmi, sempre per restare in tema Halloween! Lasciate essiccare le bucce scavate e avrete dei veri e propri recipienti. Potete anche scegliere la forma perché esistono più di 40 varietà di zucca: c’è più scelta in natura che sugli scaffali di un negozio!

Piccola curiosità: Nella preistoria si andava a suon di zucca! I gusci delle zucchevenivano svuotati e utilizzati come maracas! Questa usanza non si è persa, anzi, dalla zucca allo stato secco vengono ricavate le casse di risonanza di alcuni strumenti musicali come il berimbau, usato nella capoeira, e tamburi.

Come riutilizzare i semi di zucca

picture

E i semi di zucca? Non si buttano ma si tostano!

4. Cuore e capelli vi ringrazieranno. Come? È semplicissimo: lavate i semi di zucca in modo tale da eliminare i filamenti della polpa, riponeteli su un panno di cotone e lasciateli due minuti al sole. Lasciateli a bagno, per una notte, in mezzo litro d’acqua e quattro cucchiai di sale e riponeteli in uno scolapasta per 20 minuti, questo passaggio servirà ad eliminare l’acqua in eccesso! Step successivo: completare l’asciugatura dei semi lasciandoli su un panno asciutto  per almeno ventiquattro ore. A questo punto i semi saranno pronti per essere tostati: in padella, per circa un’ora, o in forno a 140° per circa 50 minuti.

Per l’applicazione? Dovrete solo sgranocchiarli! Il potere è nelle proprietà dei semi: sono infatti indicati contro la perdita di capelli perché ricchi di zinco, magnesio, omega 3 vitamine del gruppo B. Che siano l’alternativa ai popcorn durante i film sul divano, tipici del periodo autunnale, o un ingrediente per le vostre insalate di pollo, i semi di zucca sono una garanzia anche dopo dure ore di allenamento in palestra! Una fonte di magnesio assicurata e a spreco zero!

5. E se per caso avete degli uccellini in casa, ogni tanto potreste condividere questi preziosi scarti tostati anche con loro: fanno benissimo anche a loro, e i vostri amici pennuti apprezzeranno!

La filastrocca di Halloween recita “Trick or treat, smell my feet, give me something good to eat” con questi 5 motivi per riutilizzare buccia e semi non vi potrete ribellare perché vi abbiamo svelato 5 segreti per trasformare questi “scarti” in qualcosa di più!