Per una governance aziendale responsabile

Lidl è impegnata nel suo dovere aziendale di diligenza e nel miglioramento continuo degli standard sociali ed ambientali lungo tutta la catena del valore. Ci impegniamo ogni giorno per raggiungere questo obiettivo, così come dichiarato nel nostro documento di posizione “Il Sistema di due diligence per i Diritti Umani e la Protezione dell’Ambiente nell’acquisto di Articoli Commerciali”. 

Da molti anni Lidl dimostra il suo impegno attraverso l’adozione di un’ampia serie di misure e affronta problematiche nel settore degli standard ambientali e sociali, nonché dei diritti umani e della corruzione. Ad esempio, siamo coinvolti in varie iniziative per garantire salari adeguati e la protezione dell'ambiente nelle nostre catene di approvvigionamento globali, per offrire ai nostri dipendenti condizioni di lavoro giuste ed eque.

La nostra adesione al Global Compact delle Nazioni Unite (UNGC), la più grande e importante iniziativa al mondo per una governance aziendale responsabile, è intesa come una cornice aggiuntiva e di orientamento per le molte e varie attività e gli standard del nostro impegno per la sostenibilità, che sono già state sviluppate e implementate. Per noi responsabilità e sostenibilità non sono solo promesse, ma costituiscono la base essenziale delle nostre azioni perché rappresentano la chiave del successo e della crescita futura di Lidl.

Il Global Compact delle Nazioni Unite - UNGC

L'UNGC è costituito da dieci principi per pratiche aziendali responsabili nei seguenti settori: diritti umani, standard di lavoro, ambiente e anticorruzione.

Consideriamo i dieci principi dell'iniziativa delle Nazioni Unite come linee guida supplementari per il nostro diffuso impegno nei confronti delle persone e dell'ambiente, che è cresciuto negli anni.

UNGC

I dieci principi del UNGC

1 - Le aziende devono sostenere e rispettare le disposizioni internazionali in materia di diritti umani

2 - Le aziende si devono assicurare di non essere corresponsabili nell’abuso delle norme in materia di diritti umani

3 - Le aziende devono sostenere la libertà di associazione e il riconoscimento dei diritti di contrattazione collettiva

4 - Le aziende devono sostenere l’eliminazione di tutte le forme di lavoro forzato e obbligatorio

5 - Le aziende devono sostenere l’abolizione del lavoro minorile

6 - Le aziende devono sostenere l’eliminazione delle discriminazioni in materia di lavoro e occupazione

7 - Le aziende devono sostenere un approccio preventivo alle sfide ambientali

8 - Le aziende devono intraprendere iniziative per la promozione della responsabilità ambientale

9 - Le aziende devono incoraggiare lo sviluppo e la diffusione di tecnologie ecocompatibili

10 - Le aziende devono lottare contro la corruzione in tutte le sue forme, incluse l’estorsione e la concussione